emu
Italian Motorcycles

SWM Motorcycles

A Brief History of the Italian Marque

SWM moto d'epoca

La Speedy Working Motors, più conosciuta col marchio SWM, nasce come societa' tra Piero Sironi e Fausto Vergani l'11 luglio 1971. Al salone di Milano di quell'anno viene presentato un modello da regolarità equipaggiato con motore Sachs a sei marce. La produzione delle moto da regolarita' inizia un anno dopo nello stabilimento di Rivolta d'Adda e vengono proposti modelli con motorizzazioni di 50, 100 e 125 cc. La giovane Casa si mette subito in evidenza conquistando il campionato italiano cross classe 125 col pilota Rustignoli mentre con Rottigni si aggiudica il terzo posto nell'europeo di regolarità sempre classe 125 e vince tre medaglie d'oroalla Sei Giorni cecoslovacca.

Nel 1973 viene consolidata la presenza sui campi di gara e Perego conquista il campionato italiano regolarita' classe 50. Tanto impegno sportivo si ripercuote positivamente sulla produzione che offre le versioni Regolarita', ER cioè Elaborazione Rivolta e ES che sta per Elaborazione Sachs nelle classiche cilindrate di 50, 100 e 125 cc. L'anno storico è il 1975 con la vittoria del Vaso di Argento alla Sei Giorni dell'Isola di Man e di tre campionati italiani. La produzione allarga la gamma di modelli offrendo anche una 175.

La produzione di quell'anno si attesta sulla 10.000 unità di moto costruite. Nel 1976 alle ormai famose moto da cross e regolarità si affianca la produzione di ciclomotori e motorini per bambini che impiegano motore Minarelli. Nel 1977 inizia la collaborazione con Rotax dopo il "flop" fatto registrare dai nuovi motori Sachs a sette marce. I motori austriaci a disco rotante vengono montati su tutti i modelli sia da competizione che commerciali e vengono indicati con le sigle RS-GS i modelli da regolarità e MC quelli da cross.

Al salone di Milano la SWM presenta la sua prima moto da trial. Un altro anno di buoni risultati sportivi e commerciali e il 1979 quando l'intera gamma di moto viene rinnovata e proposta con nuove sigle di identificazione: TF1 per le moto da regolarita' e TF2 per quelle da cross. Viene messa in produzione anche la moto di clindrata di 350 cce la Trial GTS 315. Il trial diventa importante e nel 1981 la SWM 320 TLNW si aggiudica il titolo iridato col pilota Gilles Bourgat.

Nello stesso anno tre piloti SWM assicurano alla squadra italiana la conquista della Sei Giorni, mentre nel cross vengono presentate nuove soluzioni tecniche come la sospensione posteriore con monoammortizzatore denominata PLB System. Di negativo c'è da registrare l'insuccesso commerciale della SWM RZ 124 una moto da strada che forse non e stata capita dal pubblico. Nel 1982 incomincia la lenta discesa del marchio lombardo. Nel trial la SWM giunge seconda nel mondiale con l'americano Bernie Schreiber mentre Galeazzi si aggiudica il campionato italiano.

Nulla di buono invece nella regolarita'. Nella produzione di serie nasce la XN 350 e 500, monocilindriche quattro tempi da enduro. Per la fornitura dei propulsori a due tempi viene stipulato un accordo con la Tau. Per cercare il riscatto nella regolarita' vengono approntate nel 1983 le moto della serie RS GS-S1 ma ormai il mercato delle moto da fuoristrada è in declino e nel 1984 la forte crisi del settore costringe la SWM a chiudere prima il reparto corse e poi definitivamente anche lo stabilimento di produzione.


Speedy Working Motors, known as SWM, was formed as an association between Piero Sironi and Fausto Vergani on 11 July 1971.

At that year's Milan Show is presented as a regular model equipped with a six-speed Sachs engine. The production of motorcycles enduro began one year after the plant in Rivolta d'Adda and are proposed models with engines of 50, 100 and 125 cc. The new company is immediately in the limelight winning the Italian 125cc championship cross with Rustignoli rider while Rottigni took third place in the European Championship of enduro ever 125 class and won three medals oroalla Six Day Czechoslovakia.

1973 consolidated the presence on the track and Perego won the Italian championship enduro class 50. Both sport commitment has a positive effect on production that offers the Regularity versions, ie ER Revolt Processing and ES which stands for Development Sachs in classic displacements of 50, 100 and 125 cc. The old year and 1975 with the victory of the Silver Vase in the Six Days Isle of Man and three Italian championships. The production expands the range of models also offering a 175.

That year's production totaled about 10,000 units built momentum. In 1976 the now famous dirt motorcycles and regularly joins the production of mopeds and scooters Children employing Minarelli engine. In 1977 he started working with Rotax after the disaster recorded by the new seven-speed Sachs engines. The rotary disc Austrian engines are mounted on all models, both from commercial and competition that are indicated with the RS-GS abbreviations by the enduro and MC models those from a cross.

At the show in Milan, SWM presented his first trial motorcycles. Another year of good sporting and commercial results and 1979 when the full range of motorcycles is renewed and offered with new identification codes: TF1 for motorcycles enduro and TF2 to the cross.

Production commenced of 350cc Trial GTS 315. The trial becomes important and in 1981 SWM 320 TLNW won the world title with rider Gilles Bourgat.

In the same year SWM three riders ensure the Italian team wins the Six Days, while the cross is presented new technical solutions such as rear suspension called PLB System. Negative there 'to register the commercial failure of the SWM 124 RZ a street bike that perhaps not been understood by the public. In 1982 begins the slow descent of the Lombard brand. In the trial SWM comes second in the world with the American Bernie Schreiber while Galeazzi won the Italian championship.

Nothing good in the hand enduro. In mass production comes the XN 350 and 500, single-cylinder four-stroke enduro. For the supply of two-stroke engines is entered into an agreement with Tau. To seek redemption in the enduro are completed in 1983, the motorcycles of the RS-GS S1 series but now the motorcycle market and off-road in decline and in 1984 economic difficulties force SWM to close before the racing department and then definitely also the manufacturing plant.

Scuza Itanglish

Sources: Moto di Lombardia



If you have a query about these vintage Italian machines, please contact us

Ducati Gowanloch
Ducati Gowanloch
Parts and Service for Bevel and Belt Drive Ducati. Huge stocks. Worldwide delivery.