emu
Magni Motorcycles

Magni Motorcycles

A Brief History of the Italian Marque

Magni moto d'epoca

Dopo aver lavorato col padre e successivamente nell' industria aeronautica Bestetti, Arturo Magni viene assunto alla Gilera nel 1947 dove collabora con l'ing. Remor al montaggio del primo motore Gilera quattro cilindri di 500 cc.

Nel 1950 Arturo Magni passa alla MV Agusta presso il reparto corse e, successivamente, diventa direttore sportivo.

Quando, alla fine del 1976, il leggendario reparto corse della MV Agusta chiude, Arturo Magni, che lo aveva diretto per 25 anni, inizia l'attivita' in proprio, nella sua piccola ma attrezzata officina.

Magni trasforma ed elabora le MV 750 quattro cilindri da strada trasformandoli in veri bolidi da corsa.

Per mancanza di materia prima, l'attività sulle MV non dura a lungo e per Arturo, cui si è affiancato il figlio Giovanni, si rende necessaria una riconversione della produzione.

Vengono realizzati accessori come manubri, pedane e pregevoli ruote in lega, a questi prodotti si affiancano piccole serie di moto special quali la Magni-Honda 900 e la Magni-BMW 1000 nelle diverse serie denominate MB1 e MB2.

Ma il sogni dei Magni è di realizzare una special tutta italiana che viene presentata al Salone di Milano del 1985, è la Magni-Le Mans 1000.

Questa interessante moto è caratterizzata dal doppio forcellone posteriore oscillante e trasmissione finale a doppio giunto omocinetico.

Inizia cosi' la produzione di moto nelle officine Magni di Samarate.

La maggior parte della produzione viene esportata, soprattutto in Giappone dove è nato un club Magni i cui soci periodicamente vengono in pellegrinaggio a Samarate, naturalmente in moto.

Moto che si portano appresso in aereo fino ad Amsterdam e da qui cavalcano fino in Italia.

La collaborazione con Guzzi porta la Magni ad avere in catalogo fino a cinque modelli con motorizzazione Guzzi.

Punta di diamante è il modello Australia, con teste a quattro valvole, che si è distinto anche nelle competizioni di formula Bears principalmente in Australia, altro continente dove il marchio Magni gode di entusiasti estimatori.


After working with his father and later in the aviation industry with Bestetti, Arturo Magni was employed by Gilera in 1947 where he worked with other engineers on the first Gilera four-cylinder 500cc engine.

In 1950, Arturo Magni moved to the racing department of MV Agusta and later became a sports director.

In late 1976 the legendary MV Agusta racing works closed and Arturo Magni, who had directed operations for 25 years, began operations in his small but fully equipped workshop.

Magni transformed the delightful but somewhat staid MV 750 fours into road-burning sports machines, increasing the capacity and output, and converting them to chain drive.

Due to lack of engines and other essentails the project did not continue for many years.

Joined by his son Giovanni, Magni accessories such as handlebars, footrests and expensive alloy wheels. They also built specials in small quanties including the Magni Bol d'Or 900 and the Magni BMW 1000 (MB1 & MB2).

In 1985 Moto Guzzi became the focus of attention when Magni presented his Magni Le Mans at the Milan Show.

This fascinating machine featured parallelogram rear swinging arm and final drive, very similar in concept to those used on the Dr John Daytona winner and in Australia on the Fagerstrom bike.

The majority of production is exported, mainly to Japan and where born Magni a club whose members regularly come on pilgrimage to Samarate, on motorcycles they took with them on the plane to Amsterdam and from there ride to Italy.

The collaboration with Magni Guzzi brings in catalog to have up to five Guzzi engined models.

Spearhead and the model Australia, with four-valve heads, and that distinguished in competitions of Bears formula mainly in Australia, a continent where the Magni brand enjoys many enthusiastic admirers.

Scuza Itanglish

Sources: Moto di Lombardia



If you have a query about these vintage Italian machines, please contact us

Allen Motorcycle Museum
Allen Motorcycle Museum
Private museum in Boston, MA, with many highly collectable vintage motorcycles for sale.