emu
Italian Motorcycles

Ganna Storia

A Brief History of the Marque

Ganna moto d'epoca

Luigi Ganna era nato a Induno Olona nel 1883 ed è stato un apprezzato corridore ciclista che è balzato all'onore della ribalta nel 1908 come recordman dell'ora alla media di 40,405 km/h.

Il successo continua nel 1909 con la vittoria alla prima edizione del Giro Ciclistico d'Italia organizzato dalla Gazzetta dello Sport e alla Milano-Sanremo.

Grazie al successo ottenuto decide di dare il proprio nome alla fabbrica di biciclette che apre nel 1921 a Varese, in via Belforte.

All'epoca il passaggio dalla biciclette alla motociclette era quasi obbligatorio e anche Luigi Ganna non si sottrae a questa regola.

Sembra che le prime realizzazioni motociclistiche siano del 1914 ma è nel 1923 che la Ganna entra con decisione nel mercato motociclistico iscrivendo una sua 350, motore Blackburne, al Gran Premio d'Italia.

Le moto prodotte sono equipaggiate con motori inglesi Blackburne e JAP, questi ultimi costruiti su licenza direttamente dalla Ganna.

Negli anni Trenta vengono impiegati i performanti motori Python della Rudge a quattro valvole radiali nelle cilindrate di 250 e 500cc.

In questi anni viene anche costruita una motocicletta "tutta Ganna" con motore da mezzo litro di cilindrata ad albero a camme in testa comandato da alberello e coppie coniche e cambio a quattro rapporti, progettato dal tecnico Paolo Rossi di Coquio Trevisago.

Purtroppo questa moto ha avuto vita breve ed รจ stata in listino solo un paio di anni.

Per vedere un'altra moto tutta Ganna si deve aspettare il 1954 con la 175 quattro tempi. Nel dopoguerra la Ganna impiega motori Puch e NSU.

Con la morte di Luigi Ganna, avvenuta nel 1957, la produzione motociclistica diminuisce progressivamente fino a concludersi negli anni Sessanta


Luigi Ganna was born in Induno Olona in 1883 and was a popular cyclist of imposing stature who entered the limelight in 1908 as record-time at an average of 40.405 kph.

Further success was obtained in 1909 with a win in the first Cycling Tour of Italy organized by the Gazzetta dello Sport and the Milano-Sanremo.

In 1921 he opened a bicycle factory in Varese, Via Belforte. ¹

At the time, the transition from bicycles to motorcycles was almost mandatory, and Luigi Ganna did the same.

By 1923 the Ganna was making a name in the motorcycle market, and had entered a 350 Blackburne engined machine in the Italian Grand Prix.

Motorcycles are built with English Blackburne and JAP engines, the latter manufactured by Ganna under license.

In the thirties Rudge Python engines with four valves in radial displacements of 250 and 500cc are employed.

IOE

Python Four Valve Head

Rudge Python 250, 350 and 500cc engines were introduced in 1931. Borgo used 4V heads in 1920.

There was also a 500cc model named "tutta Ganna" (all Ganna) with bevel-drive overhead camshaft and four-speed gearbox, designed by the engineer Paolo Rossi Coquio Trevisago. Unfortunately, this model was short-lived and was only in the catalogue for a year or two.

In 1941 they marketed a 250cc OHV model, a side valve 350, and a 500 OHV. Production ceased in 1942 for the duration.

After the war the Ganna used mainly Puch and NSU engines, and a second "all Ganna" arrived in 1954, a 175cc four-stroke.

With the death of Luigi Ganna in 1957 motorcycle production gradually decreased, the last being built in the 1960s. The marque lives on as a bicycle built by Giubilato.

Notes

1) Possibly 1914, as Ganna retired from racing that year due to injury.

Sources: Moto di Lombardia, Henshaw



If you have a query about these vintage Italian machines, please contact us

Anderson Stands
Anderson Stands
Motorcycle Stands and Workshop Lifts for Sports Bikes and Cruisers
Front and rear stands, single side swingarm stands, workbenches...